Educare ai diritti umani. Insegnare la Shoah, una sfida possibile

Rimini Teatro Ermete Novelli, 30 settembre - 2 ottobre 2007

Il Seminario che presentiamo è l’ultima iniziativa prodotta dalla collaborazione tra il Ministero P.I.-Direzione Regionale per la Lombardia e l’Istituto Yad Vashem di Gerusalemme. Una collaborazione che ormai data da alcuni anni e che ha visto la realizzazione di progetti molto importanti, come, ad esempio:

  • i Seminari di formazione per insegnanti  e Guide dei luoghi della memoria, svoltisi a Crema nel 2005 e nel 2006, incollaborazione anche conla International TaskForce on Holocaust, che hanno visto la partecipazione di storici  provenienti da tutto il mondo;
  • il Seminario di formazione, svoltosi a Gerusalemme, presso lo Yad Vashem, nel mese di gennaio 2007, rivolto a 25 insegnanti lombardi, da specializzare come formatori per altri docenti.

L’ITCG Pacioli di Crema è la scuola che l’USR Lombardia, in accordo con lo Yad vashem, ha individuato come scuola organizzatrice di queste attività formative. Dal gennaio 2007 la collaborazione tra Direzione Scolastica Regionale e Yad Vashem si è allargata al Comune di Rimini, presente con un gruppo di insegnanti al seminario di Gerusalemme

Da questa neonata collaborazione, allargata successivamente anche al Museo della Shoah di Roma, è venuto lo spunto a pensare ancora più in grande, a dare ulteriore respiro ad un progetto formativo che tanto successo ha registrato tra i docenti e nelle scuole. Perciò questo Seminario, se è la conclusione di un percorso pensato e voluto dalla Direzione Scolastica della Lombardia e dallo Yad Vashem, che insieme hanno firmato un protocollo d’intesa per la formazione di insegnanti sul tema della Shoah, vuole essere anche l’avvio di una nuova fase per un nuovo ciclo formativo.

Il taglio scelto per gli incontri di Rimini è significativo di questa volontà: accanto ad alcune relazioni di alto contenuto storico/didattico si svolgeranno numerosi incontri/laboratorio, all’interno dei quali alcune scuole italiane, e lo stesso Yad Vashem, presenteranno agli altri insegnanti le loro proposte didattiche.

Questi laboratori avranno anche il compito di progettare attività formative da sperimentare nelle scuole. Ma non solo. Lo scopo di ciascuno di essi dovrà essere anche quello di proporre percorsi didattici capaci di riempire di contenuti il costruendo Museo della Shoah di Roma. Cioè: il Museo della Shoah si presenta, in questa fase, come un contenitore di percorsi didattici progettati dalle scuole e, nello stesso tempo, come risorsa da utilizzare per arricchire le iniziative didattiche e formative delle scuole.

La realizzazione di questo progetto ha un possibile sbocco futuro: la nascita di una struttura che, partendo da una rafforzata e rinnovata collaborazione tra il Ministero P.I.-Direzione Scolastica per la Lombardia e lo Yad Vashem, veda la realizzazione di un centro di formazione permanente che possa fungere da punto di riferimento nazionale per la costruzione di percorsi formativi per gli insegnanti

Questo centro di formazione potrà avere, tra i suoi cofondatori istituzionali, il Museo della Shoah di Roma, in collaborazione con altre istituzioni di vasta e provata esperienza, come il Comune di Rimini -Progetti Educazione alla Memoria e l’INSMLI.

La rete dei docenti referenti, formati nei vari corsi realizzati in questi anni, sarà il supporto di sostegno alle iniziative nelle scuole.

Noi, come Pacioli, siamo convinti, insieme a tutti coloro che hanno lavorato alla progettazione ed alla organizzazione di questo Seminario, che l’incontro di Rimini possa costituire una tappa importante di questo ambizioso progetto, ricco di grandi potenzialità per la scuola italiana.

AllegatoDimensione
PDF icon programma.1190013483.pdf121.28 KB